Walther P38/K1.500 €

Walther P38/KWalther P38/KWalther P38/KWalther P38/KWalther P38/KWalther P38/K

Dettagli

Categoria:
Sottocategoria:
Condizioni articolo:
Usato

ULTERIORI INFORMAZIONI

La Walther P38 è una pistola prodotta inizialmente nella Germania nazista a partire dal 1938.L'arma di seguito presentata e' molto rara, perfetta di canna-meccanica e guancette.Vero pezzo collezione o difesa oltre che divertimento al poligono.

Una delle pistole Walther più interessanti è la P38-K. La "K" è un'abbreviazione per la parola tedesca Kurz che si traduce in corta.Quest arma    è paragonabile a una piattaforma Walther P4. La "leva di sicurezza" del P38 è bifunzionale; (1) è usato come safey e (2) è una leva di decocking.  La produzione della P38-k iniziò nel 1974 e continuò fino al 1981. Sono state prodotte solo 2600 pistole e i numeri di serie sono tutti compresi tra 500000 e 502600.

La pistola mostrata qui è una produzione del 1974/1975 Il numero di serie è xxx980, il che indica che e’ stata la 980 costruita sulle 2600

Walther P38K-Pistola semiautomatica cal. 7.65 Parabellum-Canna da 70 mm-Chiusura geometrica a blocco oscillante-Azione singola/doppia-Cane esterno

La P38 può essere descritta come una pistola semiautomatica con chiusura geometrica a blocco oscillante, scatto ad azione singola/azione doppia, cane esterno, mire fisse e carrello aperto.. La P38/P1 ha introdotto soluzioni oggi considerate, dai più, necessarie su di una moderna pistola destinata all'adozione militare.

Nella fattispecie, sotto la canna è posto un blocco macchinato di forma complessa, dotato di due alette o "tenoni" laterali; questi creano il vincolo con il carrelloDurante la fase di sparo, carrello e canna rinculano solidalmente per circa 8 mm. La presenza di due piani inclinati, uno ricavato sul blocco oscillante e uno sul fusto, riporta poi il sistema alla sua posizione iniziale nel momento in cui la canna ritorna in chiusura spinta dall'azione delle due molle di recupero. Questo tipo di chiusura gode tuttora di un grande successo, essendo stata riproposta, ad esempio,sulle Beretta serie 2/96/98.

Il carrello è in acciaio macchinato dal pieno; è di tipo aperto e quindi presenta un'area utile all'espulsione dei bossoli estesissima (riducendo così i rischi di un inceppamento derivante dallo svolgimento di questa operazione). Nella parte inferiore del carrello sono ricavate le guide in negativo per l'innesto sul fusto, il quale porta sulle guide stesse le due molle di recupero, una per lato con i relativi guidamolla. Il cielo del carrello, aperto, viene chiuso mediante un elemento in acciaio stampato dotato di appendici elastiche, che reca anche la tacca di mira. All'interno di esso si trova anche l'avvisatore di cartuccia in canna, costituito da un lungo piolo caricato a molla che va ad appoggiarsi, ad arma in chiusura, sul fondello della cartuccia eventualmente camerata e, sporgendo quindi di un paio di mm dalla porzione di carrello situata tra la tacca e il cane abbattuto, permette all'operatore di accertarsi sia visivamente che in maniera tattile (ad esempio al buio) della presenza di un colpo in canna pronto per essere esploso.

 

CONTATTA IL VENDITORE
Armeria e Antiquariato

Roma
CONTATTA IL VENDITORE
Armeria e Antiquariato

Roma